Il Cantico dei Cantici di Roberto Latini
al Teatro Civico 14 di Caserta

  • 12/01/2018 16:46:13
  • TEATRO

Caserta - Al Teatro Civico 14 di Caserta approda sabato 20 gennaio (ore 21.00) e domenica 21 gennaio (ore 19.00) lo spettacolo “Cantico dei cantici”, vincitore di due Premi UBU 2017 (si tratta del premio italiano teatrale più ambito, al pari del David di Donatello per il cinema e del Festival di Sanremo per la musica) per le categorie migliore attore/performer (Roberto Latini) e miglior progetto sonoro (Gianluca Misiti).

Il talentuoso attore Roberto Latini torna per il quarto anno consecutivo a Caserta, ancora al teatro di via Petrarca, per dar vita ad una rappresentazione molto particolare, tratta dal testo millenario attribuito al re Salomone e presente nella bibbia ebraica e cristiana. Il testo sacro racconta l’amore tra un uomo (Salomone) e una donna (Sulammita) con toni dolci ed evocativi che lo rendono di fatto un vero e proprio inno alla bellezza che unisce l’umano e il divino.
Roberto Latini non ha tradotto alla lettera le parole ma è riuscito a restituire allo spettatore tutta la carica emotiva e i sentimenti che questi versi sono in grado di trasmettere.

Lo spettacolo alterna l’interpretazione di Latini alla musica: sono presenti canzoni di Raffaella Carrà, dei Placebo e composizioni del maestro Ennio Morricone che Gianluca Misiti è riuscito perfettamente ad incastonare nella narrazione e che, insieme al gioco di luci curato da Max Mugnai, accompagnano perfettamente le parole e i movimenti scenici di Latini.

“Se lo si legge senza riferimenti religiosi e interpretativi" evidenzia Roberto Latini "smettendo possibili altre chiavi di lettura, rinunciando a parallelismi, quasi incoscientemente, se lo si dice senza pretesa di cercare altri significati, se si prova a non far caso a chi è che parla, ma solo a quel che dice, senza badare a quale sia la divisione dei capitoli, le parti, se si prova a stare nel suo movimento interno, nella sua sospensione, può apparirci all'improvviso, col suo profumo, come in una dimensione onirica, non di sogno, ma di quel mondo, forse parallelo forse precedente, dove i sogni e le parole ci scelgono e accompagnano. Non ho tradotto alla lettera le parole, sebbene abbia cercato di rimanervi il più fedele possibile. Ho tradotto alla lettera la sensazione, il sentimento che mi ha da sempre procurato leggere queste pagine. Ho cercato di assecondarne il tempo, tempo del respiro, della voce e le sue temperature. Ho cercato di non trattenere le parole, per poterle dire…”.

Il protagonista de "Il cantico dei cantici" inoltre domenica 21 gennaio alle ore 17.00 racconterà la sua esperienza artistica agli aspiranti attori nel corso dell’incontro intitolato “ATTORE/AUTORE >< AUTORE/ATTORE”. L’evento, moderato da Michele Di Donato sarà ad ingresso libero ma sarà necessario prenotare il proprio osto scrivendo a stampa@teatrocivico14.org.

(Daniela Russo)

News correlate