Furti nel matesino, le dichiarazioni
dei sindaci dopo l'incontro in prefettura

  • 11/01/2018 15:38:49
  • ATTUALITA

San Potito Sannitico, Gioia Sannitica (Caserta) – Si è tenuto stamane, 11 gennaio, un incontro presso la Prefettura di Caserta per parlare dell’emergenza furti nei territori di Alife, Piedimonte Matese, San Potito Sannitico e Gioia Sannitica.

Francesco Imperadore, sindaco di San Potito Sannitico, così si è espresso: “Seduta proficua. Non viene assolutamente sottovalutata la situazione. Con ordinanza Prefettura/Questura sono state fornite all'arma dei Carabinieri 5 Unità Operative aggiuntive dei reparti speciali dei Carabinieri che già stanno operando. Potenzieremo, in qualità di sindaci, il sistema di videosorveglianza con collegamento diretto con la Caserma dei Carabinieri di zona. Saranno approfondite anche attività di controllo ed indagini mirate. Abbiamo avuto il massimo della collaborazione da tutte le parti istituzionali che compongono il Comitato Sicurezza: Prefetto, Questore, Procuratore Capo, Arma dei Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza”.

Michelangelo Raccio, sindaco di Gioia Sannitica: “Un grazie va senza dubbio a tutti i convenuti all’importante tavolo istituzionale al quale abbiamo partecipato stamane. Siamo tutti preoccupati per la vicenda che ha scosso una zona tranquilla del territorio provinciale e perciò noi sindaci abbiamo rappresentato le preoccupazioni dei cittadini. Grazie ad un coordinamento con gli altri sindaci della zona ci preoccuperemo di implementare la videosorveglianza che sarà collegata direttamente alle Forze dell’Ordine. Assolutamente d’accordo, quindi, con le iniziative poste in essere dal Prefetto e dal Procuratore Capo”.

(Adele Consola)

News correlate