Crollo alla Reggia di Caserta,
sequestrate sei sale su ordine della Procura

  • 15/12/2017 09:59:58
  • ATTUALITA

Caserta - Sei stanze degli appartamenti storici della Reggia di Caserta sono state poste sotto sequestro dai carabinieri su disposizione della Procura di Santa Maria Capua Vetere, che già qualche giorno fa aveva inviato sul posto una squadra dei vigili del fuoco per effettuare le verifiche del caso.
Tra le stanze alle quali sono stati messi i sigilli la Sala delle Dame, in cui appena domenica scorsa durante l’orario di apertura al pubblico si è verificato l’improvviso crollo di intonaco dal soffitto: i calcinacci sono caduti nei pressi di una panchina che solitamente accoglie i visitatori ma che per fortuna in quel momento non era occupata. Se l’episodio fosse avvenuto in un altro momento o in una giornata particolarmente affollata, come le prime domeniche del mese, con estrema probabilità ci sarebbero stati dei feriti: anche per questo motivo sono stati fatti accertamenti su vie di fuga e uscite di sicurezza.

La Direzione della Reggia di Caserta ha fatto sapere che dalla mattina di venerdì 15 dicembre la visita guidata negli appartamenti storici avverrà seguendo un diverso percorso e al contempo ha comunicato che presenterà un’istanza di dissequestro provvisorio al fine di continuare l’intervento di restauro avviato il giorno dopo l’incidente. Da lunedì infatti è stato avviato un intervento finalizzato a conservare e catalogare i pezzi di intonaco caduti e a verificare la situazione nelle sale adiacenti e nei vani finestra del prospetto meridionale del palazzo, quello che affaccia su Piazza Carlo III.

Nella nota si legge ancora che dopo l'intervento di un restauratore specializzato è stata confermata l'ipotesi iniziale "che attribuiva lo strato di intonaco distaccato ad un rifacimento tardo, presumibilmente successivo al terremoto del 1930 o al periodo della seconda guerra mondiale".

News correlate