"36 racconti per 12 mesi", il libro di
Marcello Natale sulle leggende popolari casertane

  • 14/12/2017 17:08:52
  • CULTURA

Caserta, Santa Maria Capua Vetere - "36 racconti per 12 mesi" è il titolo dell’interessante libro sulle leggende e i racconti popolari casertani scritto dal professore Marcello Natale che verrà presentato al pubblico nei prossimi giorni, in tre luoghi diversi: sabato 16 dicembre, alle ore 18, presso la Galleria Saccone di Santa Maria Capua Vetere durante il vernissage dei quadri di Giuseppe della Ventura che ha, tra l’altro, curato le illustrazioni del libro; lunedì pomeriggio 18 dicembre, alle ore 16.30, agli studenti dell’Unitre presso l'Istituto Salesiani di Caserta; infine mercoledì 20 dicembre, alle 17.00, ai componenti dell'Associazione "50 e più" in via Roma a Caserta.

Nel corso degli incontri il professore, da sempre interessato di storia locale e delle tradizioni di Terra di Lavoro, si soffermerà sui racconti e sulle tradizioni del Santo Natale.

Il libro "36 racconti per 12 mesi" è nato “investigando” tra la gente e nelle biblioteche, nel labirinto della città e in quello della memoria del suo autore che ha inteso prestare la penna alla voce del popolo e alla sua sensibilità, dipingendo un insolito affresco fiabesco e magico del territorio in cui risiede.

Il materiale è suddiviso in dodici parti, quanti sono i mesi, divisi a sua volta nei tre momenti della giornata: una leggenda agiografica per la mattina, una fiaba per il mezzodì e una storia di vita vissuta per la sera, presentate con lo stile tipico del racconto mitologico. È un corpus vario ed ampio che offre una panoramica dei tipi e dei motivi della narrativa popolare casertana, un numero considerevole di fiabe di re, di principesse fatate, di draghi e mamme-drago, novelle, leggende, motteggi, facezie, burle, proverbi e modi di dire, aneddoti, storielle ed apologhi.

Scovare quello che la gente ha tramandato oralmente per secoli è stata un’impresa difficile, si legge nell’introduzione, perché il popolo è allusivo, ermetico, sfuggente: è strafottente, carnale, con la battuta facile, la voglia di vivere e di morire addosso. Eppure le leggende ci sono, un patrimonio immenso che chiede solo di essere esplorato. Il libro è arricchito da 16 tavole fuori-testo con le illustrazioni originali di Giuseppe della Ventura.

Marcello Natale, laureato in Sociologia presso l’Università Federico II di Napoli e diplomato in Scienze Religiose presso l’ISSR “S.Pietro” di Caserta, è docente di R.C. con incarico di Primo Collaboratore del Dirigente Scolastico presso il Liceo Classico “P.Giannone” di Caserta. Attualmente è impegnato nella sperimentazione delle tecniche multimediali nel campo della ricerca antropologica, allargando lo sguardo comparativo alla Storia dell’arte. È Presidente del Coasca, Coordinamento delle Associazioni Casertane, e presidente-reggente del Comitato Provinciale di Caserta della Società Dante Alighieri, è stato anche nominato Chevalier des Palmes Académiques dal Ministero dell’Istruzione Nazionale Francese con decreto del 1° ottobre 2007.

(Gabriella Montanaro)

Foto: L'opera del pittore svizzero Albert Anker "Il nonno racconta una storia"

News correlate