La Casertana lascia l'ultima posizione:
Alfageme, Carriero e Marotta stendono la Paganese

  • 12/11/2017 01:37:55
  • SPORT

Caserta - Fine dell’incubo per la Casertana, che a distanza di quasi due mesi e mezzo dall’1-0 contro il Catania (era il 2 settembre) torna a conquistare i tre punti allo stadio Pinto. Nel 3-0 rifilato alla Paganese c’è tutta la voglia di rivalsa di una squadra che sapeva di non poter fallire ancora.

I falchetti lasciano l’ultima posizione e scavalcano in 90 minuti tre squadre, ovvero Akragas, Andria e la stessa Paganese di mister Favo. La classifica è abbastanza corta ma bisogna restare con i piedi ben saldi a terra e pensare alla salvezza, anche se i segnali positivi sono stati tanti: i falchetti hanno disputato una buona partita e mantenuto la giusta determinazione per tutta la gara, dimostrando di essere un gruppo unito. Ma soprattutto hanno dato l'impressione di aver trovato un’identità precisa con il 4-3-1-2 studiato da mister D’Angelo, che può garantire solidità in difesa, spinta sulle fasce e un po’ più di soluzioni in attacco.

Parte bene la Casertana nel primo tempo. I rossoblù durante tutta la prima frazione di gioco collezionano diverse occasioni ma non riescono a trovare il gol: il più vicino a trovare il vantaggio è uno dei migliori in campo, Carriero, che al 20’ manca di poco il bersaglio di testa, alla mezz’ora trova l’ottima risposta del portiere Galli e al 44’ colpisce la traversa ancora di testa. Sul finire del primo tempo la Casertana rischia però anche la beffa, con Talamo che da distanza ravvicinata sbaglia incredibilmente mira di testa e non permette alla Paganese di andare al riposo in vantaggio.

E’ Alfageme al primo minuto della ripresa a spazzare via la paura di tifosi e squadra di non riuscire a segnare neanche in questa partita. L’attaccante argentino sfrutta un lancio perfetto del solito Carriero e trafigge Galli: per i falchetti è la fine di un digiuno incredibilmente lungo, dal momento che il gol tra le mura amiche mancava addirittura dalla sfida contro il Catania. Gara in discesa e Casertana che trova il raddoppio al nono del secondo tempo proprio con Carriero, che stavolta riceve l’assist da Alfageme. La Paganese rischia di riaprire il match con una clamorosa doppia occasione al 20’, ma Polak si immola sul tiro di Maiorano, arrivato dopo una precedente respinta non perfetta di Cardelli . A poco meno di 15 minuti dal novantesimo arriva il 3-0 di sinistro di Marotta che chiude definitivamente i giochi e rappresenta il giusto premio per il 10 rossoblù, autore di un ottima gara.

Ora testa alla trasferta, sulla carta abbordabile, di sabato prossimo contro la Sicula Leonzio. Dai tre punti conquistati contro la Paganese riparte il campionato della Casertana.

(Roberto Farina)

News correlate