Alternanza scuola/lavoro in musei
e siti culturali, il piano per gli studenti casertani

  • 10/11/2017 09:12:44
  • SCUOLA

Provincia di Caserta - La Giunta Comunale del capoluogo ha approvato giovedì una delibera, proposta dall’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura Daniela Borrelli, con la quale si autorizzano gli studenti di otto istituti scolastici della provincia di Caserta a svolgere progetti di alternanza scuola/lavoro all’interno di alcuni dei siti culturali più importanti del territorio. Si tratta in particolare dei musei che rientrano nel sistema “Terra di Lavoro”, tra cui il Museo di Arte Contemporanea di Caserta, il Museo Civico “Raffaele Marrocco” di Piedimonte Matese, il Museo Civico di Maddaloni, il Museo della Memoria Storica di San Pietro Infine e il Museo Michelangelo dell’Istituto scolastico “Buonarroti” di Caserta.
Essendo proprietario del Museo di Arte Contemporanea, il Comune di Caserta è stato individuato come ente titolare delle funzioni legali e amministrative del sistema museale.

A partecipare saranno innanzitutto gli studenti del Liceo “Giannone” di Caserta, dell’istituto “Amaldi-Nevio” di Santa Maria Capua Vetere, del Liceo “Galileo Galilei” di Piedimonte Matese, dell’Istituto Statale Superiore “Ugo Foscolo” di Teano e dell’Istituto “Michelangelo Buonarroti” di Caserta: i ragazzi di questi cinque istituti svolgeranno un progetto di alternanza scuola/lavoro della durata di 20 ore e dal titolo “Comunicare il patrimonio museale mediante le azioni dei giovani”.

Gli studenti degli altri tre istituti coinvolti non avranno l’opportunità di operare all’interno dei musei del sistema “Terra di Lavoro” ma potranno farlo in siti culturali altrettanto validi o addirittura presso siti protetti dall’Unesco. I ragazzi dell’Istituto “Stefanelli” di Mondragone svolgeranno progetti di accoglienza, orientamento e reference presso il Belvedere di San Leucio; quelli del “Quercia” di Marcianise dovranno inventariare e catalogare in SBN i libri delle biblioteche comunali “Giuseppe Tescione” e “Alfonso Ruggiero” di Caserta; e infine gli studenti del liceo artistico di San Leucio terranno progetti al Museo di Arte Contemporanea del Capoluogo e al Belvedere di San Leucio, con attività che andranno dalla formazione delle guide per il Belvedere e Casertavecchia fino alla progettazione e alla riqualificazione delle aree urbanistiche.

“È un’iniziativa di grande importanza” ha spiegato l’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura, Daniela Borrelli “che ci consente di utilizzare nella maniera migliore, ovvero per formare i nostri giovani, il patrimonio museale e di cultura del nostro territorio. Compito principale delle istituzioni è proprio quello di fare tesoro delle ricchezze di un territorio, mettendole al servizio dei cittadini, con un’attenzione particolare rivolta verso quella che sarà la classe dirigente del futuro”.

E’ stata inoltre approvata una seconda delibera che riguarda il mondo della scuola: gli alunni degli istituti di primo e secondo grado della città di Caserta parteciperanno ad un concorso che mira a sensibilizzare i padroni dei cani, chiedendo loro di raccogliere le deiezioni dei loro animali ed evitare di farli urinare in luoghi inopportuni. Agli studenti il compito di proporre immagini e slogan sul tema.

(Daniela Russo)

News correlate