Maltempo Caserta, scuole chiuse
martedì 7. Prolungata l'allerta meteo

  • 06/11/2017 14:36:36
  • SCUOLA

Caserta - Martedì 7 novembre le scuole della città di Caserta resteranno chiuse. Questa la decisione del sindaco Carlo Marino dopo l’emergenza maltempo e gli enormi disagi che si sono verificati nella notte tra domenica e lunedì. A far propendere il primo cittadino per questa scelta anche e soprattutto il fatto che la Protezione Civile della Regione Campania ha deciso di prorogare l’allerta meteo di colore arancione per ulteriori 24 ore, e quindi fino alle ore 20.00 di martedì. A seguire hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado anche il sindaco di Marcianise Antonello Velardi e quello di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Mirra.

Nella mattinata di lunedì le scuole sono state regolarmente aperte: unica eccezione la “De Amicis” di corso Giannone, dove molte aule erano ancora allagate e non poteva essere garantita la sicurezza dei ragazzi.

Questa la comunicazione diffusa dal Comune di Caserta: “Alla luce della proroga dell’allerta meteo fino alle ore 20 di domani martedì 7 novembre, diramata dalla Protezione Civile della Regione Campania, il sindaco di Caserta, Carlo Marino, ha firmato un’ordinanza con la quale ha stabilito la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, in previsione di condizioni atmosferiche avverse e piogge intense che potrebbero creare ulteriori problemi dopo le fortissime precipitazioni della scorsa notte, che hanno generato allagamenti nel centro e nelle frazioni. L’obiettivo dell’ordinanza è quello di scongiurare qualsiasi pericolo per la pubblica incolumità a seguito del rischio di impraticabilità delle strade, con conseguenti difficoltà per il traffico veicolare e pedonale, anche alla luce delle criticità già intervenute nella notte tra domenica e lunedì. Il provvedimento prevede la chiusura di tutte le scuole nella città di Caserta solo per quel che concerne la giornata di domani martedì 7 novembre, con la possibilità di adottare ulteriori provvedimenti in relazione al variare delle condizioni meteorologiche”.

(Claudio Senese)

News correlate