Istituto Buonarroti, scatta la protesta
degli studenti davanti al Comune di Caserta

  • 10/10/2017 14:15:26
  • SCUOLA

Caserta - Questa mattina in piazza Vanvitelli, proprio davanti alla sede del Comune di Caserta, è andata in scena la protesta degli studenti dell’Its “Michelangelo Buonarroti”, l’unica scuola di Caserta che ad oggi, dopo il sequestro del 9 maggio scorso, resta chiusa per problemi di inagibilità.

I ragazzi hanno portato avanti una battaglia che continua da diversi mesi, chiedendo di tornare a frequentare le lezioni in orari antimeridiani: durante la manifestazione gli adolescenti hanno esposto diversi striscioni esprimendo l'esigenza di poter fare ritorno il prima possibile nella loro scuola o, in alternativa, di essere trasferiti in strutture che siano libere durante la mattinata.

Dal periodo finale dello scorso anno scolastico, infatti, sono costretti a frequentare le lezioni nel pomeriggio in tre diversi istituti della città, e questo crea notevoli problemi sia a loro sia ai docenti, che più volte hanno chiesto una soluzione alle istituzioni.
Molti degli studenti del Buonarroti arrivano infatti da diverse località della provincia di Caserta e dall’hinterland napoletano, e impiegano parecchio tempo sia per arrivare a Caserta sia per fare ritorno a casa, solitamente ben oltre le ore 19.00: tutto ciò, denunciano genitori e docenti, ha evidenti ripercussioni sulla loro vita sociale.

Il Comitato formato da genitori, docenti e alunni lamenta inoltre gli enormi ritardi nell’avvio dei lavori all’istituto “Buonarroti”: lo stabile, di proprietà dell’Ente Provincia di Caserta (in dissesto finanziario), dovrebbe essere restituito a studenti ed insegnanti entro il prossimo 31 gennaio, ma la speranza dei ragazzi è che qualcosa, anche se si dovesse trattare di una soluzione temporanea, possa cambiare già dai giorni successivi alle elezioni del nuovo presidente della Provincia, che si terranno giovedì 12 ottobre.

(Manuel Zeno)

News correlate