Alla Casina a ritmo di Jazz:
Eyal Lovett Trio il 5 ottobre

  • 30/09/2017 16:52:32
  • MUSICA

Il Live Tones, rilanciando la Casina Pompeiana e proseguendo il suo cammino nel voler dare alla città e agli amici soci una location accattivante dove poter ascoltare buona musica con un bicchier di vino non escludendo momenti conviviali e di piacevoli novità culturali, ripropone gli appuntamenti jazz in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli nella location storica della Casina e giovedi 5 ottobre 2017 alle ore 20.30 per i soci amici e amanti della buona musica, presenta “Eyal Lovett trio”.

Eyal Lovett piano
Gianfranco Coppola cbasso
Giuseppe D’Alessandro batteria

Inizio Concerto ore 21.30
INFO : 3389941559-335487053
Per partecipare all’evento è consigliata la prenotazione inviando una mail all’indirizzo ornella_falco@yahoo.it segnalando numero partecipanti e cellulare.

Di origine israeliana, il pianista e compositore Eyal Lovett si muove attraverso una ampia gamma di esperienze musicali. Di formazione classica, si immerge profondamente nella tradizione jazz così come nelle musiche mediorientali ed in particolar modo la tradizione Ibru della sua terra. Dopo brillanti riconoscimenti accademici ed esperienze musicali in Israele, si sposta a New York dove studia presso la New School, incontrando giganti del calibro di Hal Garper, Peter Bernstein ed Ari Hoenig, da cui deriva una attività professionale internazionale. Da diversi anni è stabile a Berlino, dove ha registrato due album, rispettivamente nel 2013 e 2017, di composizioni originali e brillanti riarrangiamenti di standard Jazz e di canzoni della tradizione israeliana. La sua musica conserva sempre la doppia personalità di una stimolante sofisticazione di avanguardia jazzistica con arditezze armoniche, nell’uso dei tempi irregolari, così come nella forma, che corre parallela al calore umano e semplice della tradizione dei popoli mediterranei. Ad accompagnarlo nel viaggio musicale in questaoccasione Gianfranco Coppola al cbasso e Giusepe D’alessandro alla batteria

(Ornella Falco)

News correlate