Campus 3S, a Caserta la tre giorni
dedicata alla prevenzione sanitaria

  • 27/09/2017 14:39:08
  • ATTUALITA

Caserta - Salute, sport e solidarietà. Sono questi i temi portanti del Campus 3S, importante rassegna in programma il 29 (dalle 15.30 alle 19.00), il 30 settembre (9.30-13.00 e 15.00-19.00) e il primo ottobre (9.30-12.30) all’interno del Parco Maria Carolina di Caserta, a pochi passi dalla Reggia vanvitelliana e dalla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare.
Scopo della kermesse è quella di diffondere la cultura della prevenzione in ambito sanitario, infondendo inoltre nei pazienti quello spirito di sacrificio e di altruismo che è stato fondamentale per organizzare l’evento e per consentire il successo ottenuto negli ultimi anni: l’iniziativa è infatti realizzata da medici volontari che senza percepire alcun compenso prestano un servizio di notevole importanza per la cittadinanza.
Grazie alla disponibilità dei medici specializzati nelle diverse branche della medicina saranno attivati numerosi ambulatori che offriranno ai pazienti prestazioni del tutto gratuite nei campi della cardiologia, gastroenterologia, epatologia, endocrinologia, diabetologia, dermatologia, otorinolaringoiatria, ginecologia, senologia, pneumologia, urologia, neurologia, psichiatria, psicologia ed infine nutrizione.

Questa mattina il Campus 3S è stato presentato nel corso di una conferenza stampa nella Sala Giunta del Comune di Caserta alla quale hanno partecipato il responsabile della Sezione di Caserta del Campus prof. Rosario Cuomo, il segretario Pasquale Riccio, il dottor Agostino Greco in rappresentanza dell’Ordine dei Medici di Caserta, l’ispettore del Comando Provinciale Vigili del Fuoco Alessandro Iannotta e il sindaco di Caserta Carlo Marino.

L’iniziativa, come ha ricordato il prof. Cuomo, oltre che a Caserta si è già svolta a San Nicola la Strada e prossimamente sbarcherà anche a Marcianise con l’obiettivo di allargarsi sempre più all'interno della provincia diventando così una realtà di riferimento per coloro che hanno difficoltà ad accedere alle cure sanitarie.
Ad affiancare il tema portante, quello della sanità, ci saranno diverse iniziative sportive a cura di associazioni per incitare a seguire uno stile di vita corretto e diverse attività volte ad educare la popolazione a prevenire non soltanto quelli che sono i problemi di salute ma anche ad affrontare eventuali situazioni di pericolo improvviso come le calamità naturali o gli incendi: per quanto riguarda questo ultimo punto fondamentale sarà il contributo dei Vigili del Fuoco, che per tutto il weekend svolgeranno attività educative aperte al pubblico.

Oltre alle 3S già citate c’è n’è un’altra, quella della Scuola, che risulterà molto importante per la buona riuscita dell'iniziativa: 40 giovani studenti provenienti dagli istituti “Diaz”, “Manzoni” e “Buonarroti” di Caserta e “Novelli” di Marcianise saranno infatti impegnati ad accompagnare i pazienti agli ambulatori, a gestire l’ordine nelle file e a rendersi utili per ogni evenienza. Tale attività oltre ad essere riconosciuta nei progetti di alternanza scuola-lavoro dei vari istituti sarà di enorme utilità per gli studenti, che in questo modo impareranno ad essere altruisti e riconosceranno l’importanza dell’operato dei volontari, in questo come in altri campi.

“Si tratta di un progetto molto valido” ha detto il sindaco Carlo Marino. “Unire istituzioni, professionalità, associazioni, studenti e volontari è un risultato straordinario, simbolo della partecipazione totale alla società civile. Attraverso questa iniziativa si può creare un modello di cittadinanza attiva che valga poi in tanti altri ambiti: togliere spazio ai propri impegni per donarlo alla collettività ed in particolare ai più deboli è un gesto che arricchisce, ed è questo lo spirito con cui bisogna lavorare e con cui questa città deve ragionare”.

(Manuel Zeno)

News correlate