La Sigma Aversa parte bene,
battuta Reggio Emilia in trasferta

  • 25/09/2017 08:30:47
  • SPORT

Aversa (Caserta) – Si parte col sorriso. La Sigma Aversa centra la prima vittoria della nuova stagione ma riesce a superare la resistenza della Conad Reggio Emilia solamente al tie-break. Gara di sacrificio della squadra del presidente Sergio Di Meo che regala i primi due punti ai tifosi normanni che anche al ‘PalaBigi’ non hanno fatto mancare la loro presenza.
Best scorer della formazione guidata da coach Bosco i centrali Vigil e Giacobelli, autori entrambi di 15 punti. Ora subito testa a domenica prossima, si gioca contro la Materdominivolley.it Castellana Grotte: serve un’altra vittoria. Gara sicuramente da ricordare per Montò, alla sua prima in Serie A. Esordi invece per Simeonov, Pinelli, Vigil e Baldari con la loro nuova maglia.

PRIMO SET. Il match si apre subito con l’ace di Koraimann (2-0) ma il primo punto della Sigma Aversa, nella stagione 2017/2018, porta sempre la firma dello schiacciatore emiliano che sbaglia il servizio. Giacobelli fa ace e trova il pareggio. Doppio vantaggio della Conad col muro di Bellini (6-4). Santangelo non vuole essere da meno: muro da urlo e nuova parità a 8. Ma in questo fondamentale c’è un fenomeno: Giacobelli. Ed è suo il +2 normanno (9-11) che porta coach Held a chiamare il primo ‘tempo’. Ma è gara vera: Reggio Emilia si rifà sotto e impatta a 13. Quando Onwuelo trova l’ace la Conad ritorna anche avanti (16-15). Piccolo momento di sbandamento della Sigma e i padroni di casa ne approfittano: 21-16. Aversa non riesce più a recuperare: chiude Bellini con la pipe del 25-17.

SECONDO SET. Il secondo parziale si apre con l’ace di Giacobelli. Primo allungo normanno quando Onwuelo attacca in rete regalando il +3 ai ragazzi guidati da coach Bosco (3-6). Libraro sigla il 7-11 con un servizio vincente che piega le mani alla ricezione emiliana. Ed è +4. La Sigma riesce anche a doppiare gli avversari (7-14). Si va avanti punto a punto con la Conad che prova a rientrare in partita (13-19) ma il set ormai ha un padrone. Vigil con un grande primo tempo regala ben 8 set point. I ragazzi del presidente Di Meo sbagliano pochissimo e conquistano l’1-1 con l’ace di Santangelo che fa cambiare campo quando il tabellone riporta il risultato di 16-25.

TERZO SET. Parte meglio la squadra di casa: Bellini in diagonale sigla il 4-2 tra gli applausi dei presenti al ‘PalaBigi’. Ma capitan Libraro non ne vuole sapere di rincorrere: muro e pari (4-4). Reggio Emilia però non lascia cadere alcun pallone e in pochi minuti trova un break per l’8-5. Contro break immediato dei normanni: contesa in pari a 8. Si va avanti a break: tre punti di fila della Conad e 11-8. Coach Bosco richiama i suoi in panchina per trasmettere tranquillità. Al rientro in campo però il momento negativo di Libraro e compagni non finisce: il capitano viene murato e il tabellone recita ’13-8’. Secondo time-out discrezionale dell’allenatore aversano. Il mani out di Simeonov riporta la speranza (15-11). Il muro emiliano però in alcuni frangenti è insuperabile: Sesto stampa il 21-15. Sul 23-17 coach Bosco si gioca la carta Baldari: Simeonov si accomoda in panchina. Ma la reazione non c’è: muro out su Vigil e 25-18. E’ 2-1 Conad.

QUARTO SET. Santangelo parte con un piglio diverso e trova l’ace su Bellini per l’immediato 1-3. In questo parziale c’è grande equilibrio. Quando il centrale emiliano attacca out (nessun tocco, così come confermato dal video check) la Sigma va avanti di 3 (8-11). Sul 9-13 coach Held ferma tutto: time-out. Esordio in Serie A per Montò quando il tabellone riporta 13-16: il giovane schiacciatore rileva Vigil e va al servizio. Battuta che fa male alla ricezione emiliana: due muri di fila della Sigma e 13-18. Ippolito trova l’ace regalando ai suoi il -2 (17-19). E Bosco corre subito ai ripari: time-out. Al rientro in campo Sesto mura Santangelo per il -1. Il successivo attacco out dell’opposto normanno, dopo uno scambio lunghissimo, porta la sfida nuovamente in parità (19-19). Nel momento decisivo del parziale Santangelo trova il diagonale del +2 (21-23). Un pallonetto delicatissimo di Simeonov porta la Sigma ad avere tre palle per andare al tie-break. Attacco a rete di Onwuelo. E si va al quinto (22-25).

QUINTO SET. Il muro di Simeonov e il tocco a rete di Vigil portano subito la Sigma ad avere due punti di vantaggio (2-4). Ma il tie-break non è mai scontato. Si torna in parità a 5. Il centrale spagnolo diventa protagonista: primo tempo ed ace (palla che tocca il nastro e cade a terra) e si cambia campo 5-8. Aversa difende i tre punti di vantaggio (8-11) ma poi mette la freccia: muro di Vigil e +5 (8-13). Santangelo regala 5 match point. Ne vengono annullati due ma chiude Simeonov: finisce 11-15.

CONAD REGGIO EMILIA – SIGMA AVERSA 2-3 (25-17; 16-25; 25-18; 22-25; 11-15) CONAD REGGIO EMILIA: Raffaele (L2), Held, Iglesias 2, Sesto 10, Arienti, Bortolozzo 13, Bellini 18, Bonante ne, Ferrari ne, Ippolito 4, Onwuelo 23, Cester ne, Morgese (L1), Koraimann 4. All. Held. Secondo all. Zambolin
SIGMA AVERSA: Pinelli 2, Boesso, Santangelo 13, Vacchiano (L), Grassi ne, Vigil 15, Libraro 9, Simeonov 12, Catena ne, Montò, Baldari, Marra (L), Giacobelli 15. All. Bosco. Secondo all. Passaro
ARBITRI: Fabio Bassan di Milano e Angelo Santoro di Varese

News correlate