Quale futuro per il Villaggio dei Ragazzi?
Zinzi scrive al presidente De Luca

  • 13/09/2017 11:02:00
  • ATTUALITA

Maddaloni (Caserta) - Pubblichiamo la lettera arrivata in redazione a firma del consigliere regionale Gianpiero Zinzi ed indirizzata al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Argomento della missiva è il destino della Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni, che da anni vive una situazione molto difficile, praticamente impossibile da risolvere senza l’intervento delle istituzioni.
Sul tema nei giorni scorsi è intervenuto, lamentando l’assenza di risposte da parte della Regione, il Commissario Straordinario del “Villaggio dei Ragazzi” generale Giuseppe Alineri. Ora è il consigliere regionale Gianpiero Zinzi a chiedere a De Luca di passare ai fatti per scongiurare la chiusura di un istituto che rappresenta la storia della provincia di Caserta.

“Caro Governatore,
il prolungato silenzio della Regione Campania sul destino della Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni, in uno con le preoccupazioni più volte espresse dai lavoratori e dal commissario Alineri nelle ultime settimane, mi hanno spinto ad indirizzarle questa lettera aperta.
Utilizzo questo mezzo – e ringrazio il direttore per l’ospitalità concessami – perché la questione necessita e merita una risposta più celere di quella solitamente fornita alle interrogazioni e agli altri strumenti di partecipazione consiliare, ai quali peraltro ho fatto già più volte ricorso.
La Fondazione creata da don Salvatore D’Angelo è molto più che una scuola. E’ un Polo di eccellenza educativa. E’ un presidio di prevenzione di fenomeni di microcriminalità ed è un punto di riferimento nella lotta alla dispersione scolastica ed al bullismo. Ma è anche un pezzo della storia casertana e – dal punto di vista più puramente commerciale – può essere considerata una delle ‘aziende’ più grandi del territorio casertano. Condannarla al fallimento significherebbe mettere ulteriormente in ginocchio l’economia del nostro territorio, già duramente provata da una crisi che qui si avverte più che altrove.
La situazione in cui si trova il Villaggio è nota, così come gli innegabili progressi realizzati grazie all’abnegazione dei dipendenti ed al lavoro del Commissario Alineri. Questi passi avanti rischiano di essere vanificati, ma un intervento serio potrebbe evitarlo.
Lei sa - non fosse altro che dalla mole di lettere, proposte di legge, emendamenti e comunicati a mia firma - quanto io sia legato al Villaggio ed oggi mi rivolgo a Lei perché una soluzione per intravedere quello spiraglio di luce che tutti qui cerchiamo c’è: un intervento della Regione a sostegno della richiesta di concordato in continuità avanzata dalla Fondazione.
Le cronache ci hanno riportato esempi di salvataggio pubblico di tantissime aziende in difficoltà, comprese le banche. Perché non salvare una Fondazione che si occupa di assistenza, istruzione e formazione e che svolge tra l’altro un servizio pubblico al 100% impegnando delle risorse a garanzia della procedura?
Senza contare che la Regione Campania potrebbe anche valutare la possibilità di entrare in possesso a titolo di garanzia dell'attuale patrimonio immobiliare del Villaggio, che è stimato in oltre 10 milioni di euro, evitando così una liquidazione svalutativa dello stesso. Il Villaggio dei Ragazzi è un pezzo importante della storia casertana e la Regione ha il dovere morale di salvaguardarlo. Per i 171 dipendenti, i 350 studenti, le loro famiglie e per tutti i cittadini di questo territorio”

News correlate