Erasmus Plus: i ragazzi del Mattei
raccontano il loro viaggio europeo

  • 12/09/2017 17:13:00
  • SCUOLA

Caserta - Approaching to employment è un partenariato strategico (KA2) finanziato con il programma Erasmus+ e ha visto la collaborazione di 3 paesi, Puente Genil (Spagna)associazione spagnola Asociación Europa 2020, con Lisbona (Portogallo) Clube Intercultural Europeu e Caserta (Italia), associazione Solidarci (IT). Il progetto è stato sviluppato tra il 1 ° settembre 2016 e il 31 ottobre 2017 ed è stato volto a rafforzare i legami tra istruzione, formazione e gioventù con il mondo del lavoro. L’obiettivo principale ha mirato alla promozione delle capacità auto imprenditoriali.

I ragazzi dell’Istituto Mattei di Caserta hanno partecipato in maniera attiva a diversi laboratori svolti con metodologia dell’educazione non formale:

-Team Building
-Pubblic Speaking in Spagnolo e Portoghese
-Life e Soft Skills
-Fiducia ed Autoefficacia
-Auto Imprenditorialità.

Si sono svolti incontri con 3 giovani imprenditori del territorio casertano. I temi approfonditi sono stati l’aumento delle possibilità di accesso al mondo del lavoro, partecipazione attiva, l’educazione all’auto-imprenditorialità; miglioramento delle hard e soft skills.

Janet: “abbiamo conosciuto dirigenti di aziende, persone che hanno sacrificato la propria vita per arrivare dove sono, persone che hanno inseguito i propri sogni ”

Inoltre, tra le varie attività previste a Caserta, ci sono stati i Laboratori Interculturali dove i ragazzi del Mattei e i ragazzi dello SPRAR di Portico di Caserta, hanno sperimentato attività volte alla:

- Promozione dell'equità e dell'inclusione sociale.
- Promozione del dialogo interculturale e la solidarietà
- Sviluppo della cittadinanza attiva consapevole e dell'identità europee.

Fabio: “Per me questa esperienza è stata davvero molto importante; mi ha fatto crescere e maturare, ho imparato a non avere più pregiudizi o stereotipi sulle persone ma a conoscerle fino in fondo, a relazionarmi in un modo migliore con persone straniere senza aver difficoltà della lingua.”

Dal 24 al 29 luglio 2017, infine, si è svolto il Trasnational Meeting a Puente Genil con i rappresentanti di Spagna, Portogallo e Italia. Dall’Istituto Mattei di Caserta, 5 tra tutti i partecipanti al progetto, si sono messi in gioco nella selezione dei 3 che avrebbero rappresentato l’Italia. La modalità scelta per la selezione, come previsto anche nel mondo del lavoro, è stata la presentazione tramite un PITCH dove hanno dovuto mostrare le loro motivazioni alla partecipazione in maniera creativa e secondo le conoscenze e competenze acquisite durante il progetto.

Cosa ha provato chi è partito per questa esperienza Erasmus Plus? Janet: “L’ansia inizialmente. Ma, le paure si sono dissolte, in quanto la comunicazione è avvenuta in maniera del tutto spontanea e il gruppo si è formato sin da subito. Paola e Danilo, i nostri youthworker, sono stati componenti chiave durante il viaggio in quanto ci hanno guidato al meglio e ci hanno permesso di realizzare il miglior lavoro possibile per poter camminare sulle nostre gambe. Siamo stati felici. Penso che questo progetto sia la miglior cosa che ci sia capitata in tre anni di scuola, perché abbiamo imparato molto, come nel mio caso, dirigere delle attività con persone che non parlano la mia stessa lingua, e soprattutto ci ha permesso di conoscere delle persone fantastiche che sicuramente rincontreremo.”

Francesco: “Le esperienze Erasmus Plus sono da vivere per capire e far capire l'importanza per noi giovani. Mi ha segnato molto e non la dimenticherò mai. Per noi giovani è un percorso che apre la mente ad altre culture, altri metodi, altre situazioni. Riuscire a frequentare tutte le lezioni in modo scorrevole è stata la soddisfazione più grande che ho avuto, oltre all'approccio spontaneo con gli altri ragazzi. Ho imparato prima di tutto un po' di spagnolo e un minimo di portoghese. Ho vissuto soprattutto il valore dello stare in gruppo, dell'essere pragmatico, la voglia di viaggiare e vivere”.

Fabio: “Questa è stata un’opportunità davvero incredibile, breve ma intensa. Sperando che in futuro ci siano altre attività come queste e che le auguro a tutti.”

News correlate