Il "Maggio Musicale" casertano
prosegue con altri tre appuntamenti

  • 18/05/2017 16.06.38
  • MUSICA

Caserta - Maggio è un mese tradizionalmente dedicato all’arte, alla cultura e alla musica come testimoniano le diverse e frequenti iniziative in atto nei musei e i numerosi appuntamenti musicali in programma nella provincia di Caserta.
Dopo il fortunato esordio di sabato scorso presso la Chiesa di S. Antonio da Padova, con il concerto dall’ Ensemble Clarinet "Italian Clarinet Mood" dell’Atelier di alta formazione clarinettistica del Prof. Luigi Pettrone, professore d’Orchestra presso il San Carlo di Napoli, a Caserta continua il programma del “Maggio Musicale della Città di Caserta”, manifestazione curata dalla Direttrice del Dipartimento Artistico dell’Università Popolare di Caserta Caterina Bernardo e organizzata dalla stessa Università Popolare di Caserta in collaborazione con la Diocesi di Caserta e il Comune.

Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 21 maggio alle ore 20.00 presso la Chiesa di S. Sebastiano in via Mazzini: si esibirà il “Flute Dance Trio”, con i flauti dei Ricciardi e la chitarra di Antonio De Innocentis.
Circa una settimana dopo, ovvero sabato 27, nella chiesa del Buon Pastore sarà protagonista all’organo il maestro David James Reccia Chynoweth.
L’ultimo concerto, che chiuderà la rassegna in concomitanza con l’arrivo della Pentecoste, si terrà al Duomo di Caserta sabato 3 giugno alle 20.30: si esibirà l’Ensemble “I Musici Campani”, con il fondatore Caterina Bernardo al pianoforte, Rocco Roggia al Violino ed il soprano Maria Cenname. Tra i brani proposti le versioni dell’Ave Maria di Schubert, Gounod e Verdi.

“La musica” ha dichiarato il presidente dell’ Università Popolare di Caserta, Nicola Troisi “è lo strumento migliore per la crescita sociale e culturale di un territorio. Attraverso queste iniziative si cerca di offrire dei messaggi di speranza ai cittadini e una vetrina ai giovani musicisti coinvolti, incoraggiandoli a credere nelle proprie capacità e nel futuro”.

“Ringraziamo l’Università Popolare” ha aggiunto il sindaco Carlo Marino “per questa bellissima iniziativa che vogliamo diventi un appuntamento fisso nella programmazione annuale degli eventi della Città di Caserta. Il nostro territorio deve assolutamente puntare sulle nostre eccellenze, anche artistiche e musicali, per il rilancio culturale e turistico che abbiamo già avviato”.

“La musica è cultura" ha concluso l’assessore alla Cultura Daniela Borrelli "e siamo sempre pronti come Amministrazione a patrocinare e supportare iniziative di qualità che diano lustro alla città ed ai nostri giovani artisti”.

News correlate