No alla mobilità della Coca Cola
La Ugl Agroalimentare Campania

22.02.12 Marcianise - La Ugl Agroalimentare Campania ha confermato il suo no alla procedura di mobilità aperta dalla Coca Cola Hbc Italia presso lo stabilimento di Marcianise in provincia di Caserta e lo ha fatto nel corso dell’esame congiunto che si è svolto questa mattina presso la Giunta Regionale della Campania. Una scelta che il sindacato guidato da Giovanni Centrella ha ampiamente argomentato nel verbale finale dove ha ritenuto giustificati gli esuberi per i componenti degli uffici che saranno trasferiti all’estero, ma non sufficienti gli elementi di valutazione per le altre posizioni lavorative per le quali richiedeva il solo criterio della volontarietà. “Ognuno si assuma le proprie responsabilità” ha commentato il Segretario Regionale Ferdinando Palumbo “poche variazioni al testo definitivo ed un po’ di buona volontà avrebbero potuto cambiare l’esito finale, ma il testo è stato blindato e noi non siamo notai. Il mancato accordo non rappresenta nulla di eclatante, siamo sindacalisti, ci occupiamo di difendere posti di lavoro e se non siamo convinti di ciò che firmiamo preferiamo lasciar perdere”. “E’ stata una procedura tutta in salita, giocata su più tavoli dove nessuno si è preoccupato di mediare tra le posizioni che venivano rappresentate” ha continuato il collega Ciro De Vita “un atteggiamento inconsueto per una multinazionale famosa in tutto il mondo. Non ce la siamo sentiti di spegnere il sorriso a trentacinque famiglie”.

Il bonus anche ai lavoratori LSU
Importante risultato della Felsa Cisl

28.02.15 Caserta – Il Coordinamento Territoriale della Felsa Cisl di Caserta (Federazione Lavoratori Somministrati Autonomi Atipici), rende noto che a seguito di un lavoro incessante e pressing nei confronti dell'Inps portati avanti negli ultimi mesi, dalla Felsa Cisl Campania e Nazionale, dalla CISL Regionale e Nazionale, ha condotto ad un risultato importante: il riconoscimento del bonus di 80 € mensili per i Lavoratori ...segue

 

Chiusura dello stabilimento Aos
La pietra tombale del comparto seta

19.02.15 Caserta - «La città di Caserta non può perdere la produzione della seta». Categorico il monito del gruppo consiliare del Partito democratico al Comune di Caserta che lancia un appello a istituzioni e mondo imprenditoriale affinché si facciano carico di preservare la produzione della seta a San Leucio. «La seta di San Leucio è conosciuta in tutto il mondo per la sua enorme qualità – hanno spiegato i consiglieri del Pd – ...segue

Jabil, incontro decisivo a Roma
L'azienda è in crisi da quattro anni

10.12.14 Marcianise - Da quest’oggi diventa operativo il piano di ristrutturazione e riorganizzazione di Jabil, lo stabilimento dell’elettronica di Marcianise che ormai da 4 anni fa registrare una pesante condizione di crisi. Nella mattinata, infatti, azienda e sindacati sono chiamati a sottoscrivere al Mise l’ipotesi di accordo istituzionale formulata il 17 novembre scorso ed attraverso la quale venivano individuati 4 possibili ...segue

 

Finanziamenti alle Imprese
Sicurezza sul Lavoro, nuovo Bando Fipit

27.10.14 Caserta - L’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Caserta ha organizzato per domani, martedì 28 ottobre dalle ore 15 alle ore 19, presso la sala convegni dell’Ordine di Caserta, un seminario dal titolo: “Finanziamenti alle Imprese e Sicurezza sul Lavoro: il nuovo Bando Fipit” Dopo i saluti del presidente dell’Ordine Pietro Raucci e di Nicola Del Piano consigliere delegato Commissione Diritto del Lavoro, ...segue

 

Jabil e Nuroll paralizzano Caserta
Blocco binari e cortei fino in Prefettura

06.10.14 Caserta - Un inizio di settimana difficile sotto il profilo degli spostamenti da e per il capoluogo a causa di una doppia protesta operaia che stamani ha bloccato la stazione ferroviaria, causando ripercussioni anche sul traffico cittadino quando i manifestanti si sono diretti sotto la ...segue

Crisi del comparto industriale
La posizione del Pd casertano

22.07.14 Caserta - Crisi industriale. Si riunisce il tavolo politico – istituzionale del PD provinciale Ieri, nella sede del coordinamento di via Maielli, i rappresentanti del Democratici (al tavolo, i parlamentari europei Pina Picierno e Nicola Caputo, la deputata Camilla Sgambato, la ...segue

 

  

 


Vertenza Jabil: proposta di De Angelis
Occorre un coordinamento interistituzionale

11.06.14 Marcianise - Vertenza Jabil: il sindaco Antonio De Angelis promuove un coordinamento inter istituzionale per rafforzare la posizione dei lavoratori al tavolo organizzato nella giornata del 12 giugno, presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Nella mattina di martedì 10 giugno il primo cittadino di Marcianise ha redatto un documento che riprende e rafforza le iniziative precedentemente intraprese per la positiva risoluzione della vicenda Jabil, integrandole con nuove e concrete proposte. Già domattina la nota sarà ...segue

 

Firema, prorogata la Cassa Integrazione
Lo rende noto la segreteria prov.le del Pd

06.06.14 Caserta - E’ stato firmato l’accordo con i sindacati per la proroga della cassa integrazione in deroga per i lavoratori della Firema di Caserta. Lo rende noto la segreteria provinciale del Partito guidato da Raffaele Vitale che anche grazie al supporto di Stefano Graziano, ex parlamentare del Pd casertano, è da sempre vicina ai lavoratori dell’azienda in amministrazione controllata. La firma è avvenuta ieri, grazie anche all’intermediazione del Partito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il decreto, che arriva a ...segue

 


I precari ATA si autorganizzano
Lunedì incontro al Provveditorato agli Studi

24.05.14 Caserta - Può sembrare strano, ma questa volta è stata l'Amministrazione scolastica a fare il passo più veloce verso i lavoratori precari: lunedì prossimo un gruppo di precari autorganizzati del personale Ata sarà ricevuto negli uffici del Provveditorato agli Studi. L'antefatto è che i solerti precari, allenati da anni di permanenza all'interno delle graduatorie provinciali e sopravvissuti, con morti e feriti, ai tagli e agli attacchi perpetrati ai danni del personale precario dipendente della scuola pubblica, avevano sollevato, ...segue