"Tre pecore viziose" al teatro
In scena all'oratorio "Kairos" di Alvignano

12.10.11 Alvignano - Dopo il successo riscosso alla Festa dell'Amicizia di Capodrise, a grande richiesta, l'associazione teatrale «Anema 'e core», domenica, 16 ottobre, alle 21, nell'oratorio «Kairos» della parrocchia di San Nicola, ad Alvignano, riproporrà la commedia di Eduardo Scarpetta «Tre pecore viziose», tratta da «Le procès veauradieux» di Alfred Hennequin e Alfred Delacour. La rappresentazione sarà preceduta, alle 20, da piccoli sketch interpretati dal gruppo teatrale «Mani nel cappello» del centro di riabilitazione «L'Oasi» e, alle 20.30, dalla presentazione del libro «Sotto la campana», del sociologo e giornalista Alfredo Stella, che racconta la storia vera di un ragazzo affetto da autismo. Scritta nel 1881, «Tre pecore viziose» è la classica commedia dell'arte che fonda la sua comicità sugli equivoci creati dalle situazioni e dai personaggi. Per la regia di Vanni Isabella, che si avvarrà della collaborazione di Claudia Esposito, si esibiranno Giovanni Di Lillo (nel ruolo di Felice Sciosciammocca), Elvira Marinelli, Raffaele Di Salvatore, Anna Giordano, Luciano Ciccarelli, Pasquale Riccio, Giuseppe Ponticorvo, Angela Di Lillo, Pasqualino Del Genio, Vincenzo Ianniello, Michele Melone, Velia Affinito, Anna Marra e Anna Teresa Marra. «La commedia, divisa in tre atti - argomenta il regista - è tra le più rappresentate e rappresentative di Scarpetta. Rispecchia perfettamente l’universo che l’autore voleva raffigurare, ossia quello di una borghesia dove all’interno della famiglia le donne erano dominatrici, quindi testa e collo della casa, in contrasto con gli uomini, piccoli borghesi cinici e fannulloni». Sia l'allestimento scenico che la regia sono fedeli alla tradizione del teatro napoletano, il testo è fruibile e gli intrecci drammaturgici sono garanzia di divertimento. L'associazione «Anema 'e core», affiliata alla Federazione italiana teatro amatoriale, è nata nell'aprile di quest'anno e in pochi mesi ha già al suo attivo decine di rappresentazioni in Campania e non solo.

Il più grande del mondo, al TC 14
Vita e morte di Arpad Weisz, allenatore ebreo

20.01.15 Caserta - C’è la convinzione che il calcio sia immune da tragedie, in realtà la storia di Arpad Weisz ci insegna l’esatto contrario. Il palcoscenico del Teatro Civico 14 di Caserta si trasforma in luogo della memoria attraverso la messa in scena di uno spettacolo che guarda alla più grande tragedia del ‘Secolo Breve', la Shoa, attraverso gli occhi di un grande allenatore di origini ungheresi a cui bastò l’etichetta di ...segue

 

Tentata Memoria di Eduardo Ammendola
Rassegna di Teatro a cappello Sciapò

10.01.15 Caserta - Per la rassegna di Teatro a cappello Sciapò andrà in scena al Teatro Civico 14 di Caserta, domenica 11 gennaio 2015, lo spettacolo Tentata Memoria diretto da Nicola Laieta. La drammaturgia e l’ideazione della piéce portano la firma di Eduardo Ammendola, neuropsichiatra infantile, psicoterapeuta e attore/regista teatrale ottavianense, che parte dai suoi ricordi di infanzia e non solo per raccontare la storia di ...segue

E meno male che è sulo fantasia
In scena al teatro Caserta Città di Pace

08.12.14 Caserta - “I Teatrando”, la Compagnia teatrale dell’Associazione Culturale “Vestigia Tifatine” il 13 dicembre prossimo rappresenterà presso il teatro “Caserta Città di Pace” in via SS Nome di Maria - Caserta, in occasione della sua riapertura, la commedia in due atti “E meno male che è sulo fantasia” scritta e diretta da Rocco Chivasso. I Teatrando amano definire il loro modo di fare teatro : “Teatro solidale”. Ognuno ...segue

 

Ditegli sempre di si al Don Bosco
Con la compagnia "Ciro Ottaviano"

29.11.14 Caserta - Sabato 29 novembre(ore 20.45) e domenica 30 (ore 18.45) al teatro Don Bosco di Caserta la compagnia “Ciro Ottaviano” porta in scena “Ditegli sempre di si”. In occasione del trentennale della morte di Eduardo De Filippo – spiega una nota della compagnia - abbiamo voluto ricordarlo con una sua commedia (scritta nel 1927) che e’ una divertente denuncia del linguaggio degli uomini, che servendosi di metafore, ...segue

 

Mitreo Film Festival, XIV edizione
In scena dal 20 al 24 novembre 2014

20.11.14 Santa Maria Capua Vetere - Si alza il sipario sulla XIV edizione del Mitreo Film Festival diretto da Lucilla Mininno che vede l'inizio giovedì 20 novembre fino a domenica 24. Intanto però sabato 15 e domenica 16 è stato girato Hamlet in project, un video pilota- prequel del progetto di ...segue

Toni Servillo torna a Caserta
Al Parravano con “Le Voci di dentro”

24.10.14 Caserta - Sono giorni di ottobre: fuori fa freddo, dentro il teatro si riscalda il pubblico accorso incuriosito ad assistere le “Voci di dentro” di Eduardo de Filippo. Il 2014 non è semplicemente l’anno in cui ricorre il trentennale della morte del grande drammaturgo napoletano, “il ...segue

 

  

 


Mio figlio era come un padre per me
Sabato e Domenica a OfficinaTeatro

22.10.14 Caserta - Sabato e Domenica 25 e 26 ottobre il secondo appuntamento con CONDIVISIONI, la Stagione teatrale 2014|15 di OFFICINATEATRO Sul palcoscenico di via degli Antichi Platani a San Leucio di Caserta saliranno i FRATELLI DALLA VIA con “MIO FIGLIO ERA COME UN PADRE PER ME” di e con Marta Dalla Via, Diego Dalla Via, per la Direzione tecnica Roberto Di Fresco. Uno spettacolo vincitore dell’importante Premio Scenario 2013V ( rassegna nazionale per la valorizzazione di nuove visioni teatrali) e del Premio Hystrio Castel dei ...segue

 

Dolore sotto chiave al Teatro Civico 14
Una nuova produzione di Teatri Uniti

01.10.14 Caserta - Una nuova produzione di Teatri Uniti apre la Stagione 2014/15 del Teatro Civico 14 di Caserta. Un dittico realizzato nel nome di Eduardo De Filippo, a trent’anni dalla sua scomparsa, che riunisce i due atti unici Dolore sotto chiave e Pericolosamente. Con questa messinscena, Francesco Saponaro, regista di lunga consuetudine con la drammaturgia napoletana, da Scarpetta a Moscato, fino al successo internazionale di Chiòve di Pau Mirò e dell’edizione castigliana di Io,l'erede, affronta un Eduardo meno frequentato, dove ...segue

 


Giorgio Albertazzi a Casertavecchia
Nell'ambito del 44 Settembre al Borgo

02.09.14 Caserta - È il momento clou della "Grande notte shakespeariana" voluta dal direttore artistico Nunzio Areni per festeggiare - e ricordare - i 450 anni dalla nascita di William Shakespeare. "E' molto emozionante stare qui in mezzo a tutti questi santi". Giorgio Albertazzi rompe il ghiaccio con una battuta mostrandosi al pubblico nel Duomo di Casertavecchia. Cambio di location resosi necessario a causa delle condizioni meteorologiche poco favorevoli. Nel pomeriggio Albertazzi si è intrattenuto in piazza Duomo dove ha incontrato un ...segue