Festa Democratica a Cesa
Stand gastronomici e dibattiti politici

11.09.11 Cesa - I Festa Democratica, 16, 17, 18 settembre 2011, Piazza De Michele Cesa (CE), Musica, Stand gastronomici e dibattiti politici Definito il programma della I Festa Democratica, in programma dal 16 al 18 settembre a Cesa (CE) in Piazza De Michele. L'iniziativa è promossa dal circolo locale del Pd con il gruppo dei Giovani Democratici. L'apertura della festa è prevista il 16 settembre alle ore 18.30, con un incontro tra il sindaco Vincenzo de Angelis e l'amministrazione comunale ed cittadini. Un modo questo per consentire all'amministrazione di spiegare le varie iniziative e provvedimenti adottati e per dare la possibilità ai cittadini, inoltre, di chiedere informazioni e chiarimenti. La serata poi vedrà l'esibizione di una serie di artisti, nell'ambito di uno spettacolo organizzato da dall'associazione musicale "CASMU" e Grandi Eventi in Musica. Sabato 17 settembre, sempre a partire dalle ore 18.30, si terrà un importante convegno dibattito sul tema: "Confisca patrimoniale e Codice Antimafia, prospettive di contrasto alle organizzazioni criminali". Previsti gli interventi della senatrice Teresa Armato (PD), dell'ex parlamentare Lorenzo Diana, del giudice Raffaele Magi, estensore della nota sentenza "Spartacus", mentre a moderare l'incontro sarà la giornalista del "Mattino" Alessandra Tommasino. A fare gli onori di casa il segretario del circolo Pd di Cesa Enzo Guida, il sindaco Vincenzo de Angelis ed il vice-presidente del consiglio provinciale Giuseppe Fiorillo. La serata musicale, organizzata con RAdioAversa, vedrà la partecipazione di alcune band emergenti, con l'esibizione, tra gli altri, di un gruppo locale, i White 4 Jack. Domenica 18 settembre sarà la giornata conclusiva, con un convegno su "Futuro negato, differenze e le prospettive utopiche di una generazione", con la partecipazione, tra gli altri dell'onorevole Pina Picierno (PD) e del giovane sindaco di Parete Raffaele Vitale. La serata sarà conclusa dallo spettacolo musicale di canti popolari con il gruppo "Via del Popolo". L'iniziativa, inoltre, sarà animata da uno stand gastronomico, da mostre, da giochi in piazza. Durante la 3 giorni sarà allestito un punto di raccolta delle firme per l'abolizione della attuale legge elettorale "Porcellum".

Caserta, consiglio comunale sospeso,
c'è il commissario Maria Grazia Nicolò

Dopo quattro anni si conclude l’esperienza
del centrodestra alla guida del capoluogo

03.06.15 Caserta - Forse si attendeva solo l’esito della tornata elettorale, oppure di meglio approfondire una situazione fattasi complicata. Fatto sta che a distanza di una settimana dalla ratifica delle dimissioni-bis di 18 consiglieri comunali di Caserta, oltre la metà cioè dei componenti dell’assise, stamani il prefetto di Caserta Carmela Pagano ha rotto gli indugi ed ha sospeso il Consiglio comunale di Caserta. ...segue

 

Pd Caserta: "Siamo pronti ad
assumere la guida di Caserta"

Immaginiamo un progetto in cui la Reggia
diventi l’epicentro di un percorso culturale

03.06.15 Caserta - Da oggi si apre ufficialmente la stagione del rinnovamento a Caserta. La fine della peggior amministrazione della storia della città impone che, sin da subito, ci si metta al lavoro per presentare alla città l’idea di sviluppo a cui il Partito democratico ha lavorato in questi anni. Un’idea composita che ha come obiettivo valorizzare il grande patrimonio artistico-culturale e di tradizioni che ha la città di ...segue

Pio Del Gaudio resta sindaco e firma
atti come se nulla fosse successo

Carlo Marino: "il prefetto Pagano ha il
dovere di assumere una decisione"

03.06.15 Caserta - La città di Caserta si domanda se Pio Del Gaudio sia o no ancora il primo cittadino di Caserta, dopo una settimana dalla presentazione ufficiale delle dimissioni di oltre la metà dei consiglieri della sua giunta. Il silenzio del prefetto Pagano è diventato inammissibile. «Sia che dichiari il sindaco decaduto, sia che lo confermi - ha tuonato ieri il consigliere Pd Carlo Marino, tra i registi del golpe ...segue

 

Campania al voto tra rebus
astensione e caso impresentabili

Elezione di sindaci in 10 comuni

31.05.15 Caserta - Nel capoluogo campano saranno chiamati al voto 787.871 elettori, di cui 370.600 maschi e 417.271 femmine. Le tabelle di ripartizione e di assegnazione dei 50 seggi sono state calcolate in base ai dati sulla popolazione del quindicesimo censimento dell'ottobre 2011 e al quoziente stabilito in 115.336 (oltre i resti) . Dei 5.766.810 abitanti campani, ben oltre la metà sono nella circoscrizione di Napoli (3.054.956). ...segue

 

Primo consiglio dell'era Di Costanzo
Più responsabilità per evitare il dissesto

Sono stati approvati tutti gli argomenti all’ordine del giorno del primo consiglio provinciale guidato dal presidente Angelo Di Costanzo. Dopo la convalida degli eletti, si è passati alla ratifica delle nomine dei revisori dei conti indicati dalla prefettura. Il nuovo collegio sarà composto dal ...segue

Caserta, i dati del report della CSL
Liquidazioni del dissesto in aumento

28.05.15 Caserta - Il sindaco Pio Del Gaudio ha incontrato in Comune i componenti della Commissione Straordinaria di Liquidazione che gli hanno consegnato i più recenti dati delle attività svolte e in corso circa le liquidazioni collegate al dissesto dell'Ente. "L'attività - afferma il ...segue

 

  

 


Scioglimento della giunta non valido
La Prefettura ha trovato un vizio di forma

27.05.15 Caserta - La Prefettura di Caserta ha informato il segretario generale del Comune di Caserta circa l'irritualità della presentazione delle dimissioni dei consiglieri comunali pervenute in data 26 maggio in Comune. Le stesse, infatti, a norma dell'art. 38 comma del Tuel, devono essere inoltrate da persona delegata con atto autenticato. La Prefettura ha chiesto al segretario generale di voler portare a conoscenza dei consiglieri quanto espresso, in quanto l'assenza di delega non concretizza la fattispecie di cui all'art. 141 del ...segue

 

Zinzi si difende dalle accuse
"La giunta non è caduta per colpa mia"

26.05.15 Caserta - “In merito al documento pieno di illazioni e di farneticazioni pubblicato da alcuni organi di informazione, appare inevitabile e quanto mai doveroso fare alcune precisazioni”. Questo l’incipit della replica del candidato alle elezioni regionali per Forza Italia, Gianpiero Zinzi, al documento firmato dagli amministratori comunali che sostenevano l’ex sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio. “In primo luogo - ha spiegato Zinzi - è del tutto incomprensibile come possano essere addebitate al sottoscritto o ai 4 consiglieri ...segue

 


Chiesta l'espulsione di Zinzi da FI
Dai consiglieri del Comune di Caserta

26.05.15 Caserta - La spregiudicata operazione politica che è stata condotta a danno di un’amministrazione di Forza Italia è stata ispirata da logiche estranee al partito e agli interessi della città, dettata da interessi personali di chi, come Domenico Zinzi, è stato sostenuto da Forza Italia alla Provincia, è stato accettato, avanzando la richiesta di un posto importante per il figlio Gianpiero che è stato nominato, pur non avendo alcuna storia nel partito, vice coordinatore regionale in barba a tanti giovani che per Forza Italia hanno ...segue