Smantellata una banda di "tombaroli"
Agivano nelle zone di Caserta e Benevento

21.01.11 Casal di Principe - È di cinque arresti, sette misure cautelari personali (divieto di dimora o obbligo di firma) e 51 indagati il bilancio dell'operazione dei carabinieri Patrimonio culturale che ha portato a smantellare una banda di tombaroli di Casal di Principe attiva nell'area dell'alta Campania (Caserta e Benevento) ma anche fra Roma e Viterbo. E forse collusa con la criminalità organizzata, visto che alcuni degli indagati sono stati già coinvolti in altre indagini per associazione camorristica e favoreggiamento della latitanza di esponenti del clan dei casalesi.

L'inchiesta, coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, ha recupero di 633 reperti archeologici, per un valore di circa un milione di euro ed è partita nel 2009 in seguito alla scoperta di trafugamenti a Riardo, Teano, Calvi Risorta, Sant'Agata dei Goti e Montesarchio.

Decisivo è stato però il ritrovamento di un cappello, perso da un tombarolo in uno scavo clandestino nel Sannio. Dopo aver trovato il proprietario, i carabinieri sono riusciti a risalire ai suoi complici e a ricostruire tutto l'organigramma della struttura criminale: gli «scavatori», i fiancheggiatori (tra cui diversi incensurati), cui spettava occultare i reperti in attesa della vendita, gli artigiani (soprattutto pugliesi) addetti alla produzione di reperti falsi, da rivendere mescolati a quelli autentici, fino ai procacciatori e ai ricettatori, capaci di piazzare i pezzi più importanti anche all'estero.

I tombaroli, divisi generalmente in squadre da tre o quattro unità, si davano appuntamento in un bar di Casal di Principe, dove pianificavano gli obiettivi da «visitare» all'imbrunire, attrezzati di tutto punto: pale, picconi, lampade collegate a batterie d'auto e spilloni per controllare l'eventuale presenza di oggetti o cavità nel terreno, tali da indicare la presenza di reperti o tombe. Il giorno dopo, le aree trafugate si presentavano agli occhi degli investigatori e dei funzionari della Soprintendenza come un campo di battaglia. Una vera e propria groviera, con le buche scavate e parzialmente ricoperte, a volte lasciate perfino del tutto aperte, con tutti i rischi connessi per i proprietari dei terreni e gli animali da pascolo, senza contrare i danni provocati alle coltivazioni.

Fra il materiale recuperato nel corso delle perquisizioni, crateri a calice e a volute, skyphos, kylix, gorgoni, satiri e protomi femminili. E ancora, 1.050 frammenti, 31 reperti falsi, 73 monete antiche, cinque metal detector e 18 spilloni. Circa un milione di euro il valore complessivo. Le consulenze tecniche sui beni sequestrati hanno evidenziato la grande rilevanza archeologica di molti dei reperti recuperati, sia per le qualità artistiche che per le unicità delle decorazioni e la raffinatezza dei materiali impiegati. Tra queste, una oinochoe a figure nere del VII secolo a.C. e una a figure rosse del IV secolo a.C., con una particolare rappresentazione di un demone alato, attribuito al pittore di Napoli, e due crateri a campana a figure rosse, riconducibili, rispettivamente, al pittore di Dinos (420-450 a. C.) e al pittore di Caivano (340-330 a. C.) (ilGiornale.it)

Esche vive e "fortini" usati
per la caccia a Villa Literno

Blitz di carabinieri e corpo forestale

27.06.15 Villa Literno - Nella mattinata odierna, nell’ambito di un’indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Casal di Principe, nel territorio di Villa Literno (CE), stanno dando esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, emesso dal GIP presso il Tribunale di Napoli Nord, di nr. 3 manufatti - c.d. fortini - e invasi, utilizzati ...segue

 

Combustione illecita di rifiuti
Arrestato un cittadino algerino

26.06.15 Villa Literno - In Villa Literno (CE), località San Tammaro, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza di reato per “combustione illecita di rifiuti”, il cittadino algerino Sami Simoud, cl. 1982, domiciliato in quel luogo. I militari dell’Arma, intervenuti d’iniziativa, hanno sorpreso e bloccato l’uomo subito dopo aver appiccato un incendio su di un campo agricolo. La combustione ha coinvolto rifiuti ...segue

Arrestate due ladre al Centro
Commerciale Campania di Marcianise

Avevano asportato merce per 2000 euro

26.06.15 Marcianise - La scorsa notte, al termine di accertamenti esperiti a seguito di alcuni furti verificatisi all’interno del Centro Commerciale Campania di Marcianise (CE), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno arrestato, in flagranza di reato, Falco Michela cl. 1984, di Airola (BN) e Gervasi Grazia, cl. 1983, di San Martino Valle Caudina (AV). Le due donne sono ritenute responsabili di ...segue

 

Giravano con pistola e palo di ferro
La Polizia ha denunciato tre giovani

24.06.15 Caserta - La notte scorsa , intorno alle 03,40 gli agenti dell’ Ufficio Prevenzione Generale – Squadra Volante durante un mirato servizio di controllo del territorio teso alla prevenzione e repressione dei furti nelle abitazioni e rapine agli automobilisti, nel percorrere la Via Nazionale Appia, giunti all’ altezza di S. Clemente hanno notato una vettura Fiat Punto con a bordo tre giovani che procedevano lentamente lungo ...segue

 

Ergastolo per Nicola Schiavone,
sentenza per il figlio di Sandokan

Condannato per duplice omicidio,
tra cui il nipote di Antonio Bardellino

24.06.15 A Santa Maria Capua Vetere (CE), presso il locale Tribunale, nell’ambito del processo celebrato innanzi alla sez. II della Corte d’Assise per il duplice omicidio “Salzillo – Prisco”, commesso il 6 marzo 2009 in Cancello ed Arnone (CE), nel corso del quale venne ucciso Antonio Salzillo, ...segue

Lotta allo spaccio di stupefacenti
Due operazioni condotte dai carabinieri

23.06.15 Caserta - A Santa Maria Capua Vetere (Ce), i Carabinieri della locale Compagnia, hanno arrestato, in flagranza di reato, Di Palma Vincenzo, cl.1976 del posto, perché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari dell’Arma, a seguito di un ...segue

 

  

 


Ritrovato morto Tornincasa Pasquale
Il suo corpo ripescato nei regi lagni

22.06.15 Castel Volturno - Un cadavere è stato ritrovato in acqua a Castel Volturno sulla via Domitiana all'altezza di Ponte a Mare che passa proprio sopra al canale dei Regi Lagni. I vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Mondragone hanno provveduto a recuperare il corpo incastrato tra alcuni canneti. L'allarme è stato lanciato dal gestore di un bar nelle vicinanze. L'uomo ha notato qualcosa di strano proprio mentre attraversava il ponte ed ha allertato i soccorsi. Il corpo della persona trovata nella mattinata odierna ...segue

 

Picchia i genitori per farsi dare
i soldi per comprare la droga


22.06.15 Trentola Ducenta - A Trentola Ducenta (CE), i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza per i reati di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione, Di Guida Piercrescenzo, cl.1981, del luogo. I militari dell’Arma sono intervenuti su richiesta dei genitori conviventi dell’uomo che erano stati aggrediti dal figlio, sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti, al fine di farsi consegnare del denaro. Tale comportamento, come segnalato dalle vittime, si era verificato anche nei mesi precedenti. ...segue

 


Un 34enne minaccia i passanti
con un coltello in pieno centro

Individuato e arrestato dalla Polizia

21.06.15 Caserta - La Polizia di Stato ha denunciato, in stato di libertà, A.A.,34enne ganese per possesso ingiustificato di arma bianca, minacce e resistenza a PP.UU.- Gli agenti dell’ ufficio Prevenzione Generale – Squadra Volante, nel corso di un servizio di controllo del territorio , sono intervenuti nel corso della notte , intorno alle 00,10, in via Nazario Sauro ove era stata segnalata la presenza di un cittadino extracomunitario che disturbava i passanti. I poliziotti sono immediatamente giunti sul posto ove sono stati avvicinati ...segue