Smantellata una banda di "tombaroli"
Agivano nelle zone di Caserta e Benevento

21.01.11 Casal di Principe - È di cinque arresti, sette misure cautelari personali (divieto di dimora o obbligo di firma) e 51 indagati il bilancio dell'operazione dei carabinieri Patrimonio culturale che ha portato a smantellare una banda di tombaroli di Casal di Principe attiva nell'area dell'alta Campania (Caserta e Benevento) ma anche fra Roma e Viterbo. E forse collusa con la criminalità organizzata, visto che alcuni degli indagati sono stati già coinvolti in altre indagini per associazione camorristica e favoreggiamento della latitanza di esponenti del clan dei casalesi.

L'inchiesta, coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, ha recupero di 633 reperti archeologici, per un valore di circa un milione di euro ed è partita nel 2009 in seguito alla scoperta di trafugamenti a Riardo, Teano, Calvi Risorta, Sant'Agata dei Goti e Montesarchio.

Decisivo è stato però il ritrovamento di un cappello, perso da un tombarolo in uno scavo clandestino nel Sannio. Dopo aver trovato il proprietario, i carabinieri sono riusciti a risalire ai suoi complici e a ricostruire tutto l'organigramma della struttura criminale: gli «scavatori», i fiancheggiatori (tra cui diversi incensurati), cui spettava occultare i reperti in attesa della vendita, gli artigiani (soprattutto pugliesi) addetti alla produzione di reperti falsi, da rivendere mescolati a quelli autentici, fino ai procacciatori e ai ricettatori, capaci di piazzare i pezzi più importanti anche all'estero.

I tombaroli, divisi generalmente in squadre da tre o quattro unità, si davano appuntamento in un bar di Casal di Principe, dove pianificavano gli obiettivi da «visitare» all'imbrunire, attrezzati di tutto punto: pale, picconi, lampade collegate a batterie d'auto e spilloni per controllare l'eventuale presenza di oggetti o cavità nel terreno, tali da indicare la presenza di reperti o tombe. Il giorno dopo, le aree trafugate si presentavano agli occhi degli investigatori e dei funzionari della Soprintendenza come un campo di battaglia. Una vera e propria groviera, con le buche scavate e parzialmente ricoperte, a volte lasciate perfino del tutto aperte, con tutti i rischi connessi per i proprietari dei terreni e gli animali da pascolo, senza contrare i danni provocati alle coltivazioni.

Fra il materiale recuperato nel corso delle perquisizioni, crateri a calice e a volute, skyphos, kylix, gorgoni, satiri e protomi femminili. E ancora, 1.050 frammenti, 31 reperti falsi, 73 monete antiche, cinque metal detector e 18 spilloni. Circa un milione di euro il valore complessivo. Le consulenze tecniche sui beni sequestrati hanno evidenziato la grande rilevanza archeologica di molti dei reperti recuperati, sia per le qualità artistiche che per le unicità delle decorazioni e la raffinatezza dei materiali impiegati. Tra queste, una oinochoe a figure nere del VII secolo a.C. e una a figure rosse del IV secolo a.C., con una particolare rappresentazione di un demone alato, attribuito al pittore di Napoli, e due crateri a campana a figure rosse, riconducibili, rispettivamente, al pittore di Dinos (420-450 a. C.) e al pittore di Caivano (340-330 a. C.) (ilGiornale.it)


 
 

Aggredisce moglie con calci e pugni
Arrestato il marito per maltrattamenti

17.09.14 San Felice a Cancello - I carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni e minacce, Terracciano Giuseppe Fiore, cl. 1977, di Arienzo (CE). I militari dell’Arma, a seguito di una richiesta di intervento pervenuta attraverso il 112, hanno bloccato il Terracciano mentre inveiva furiosamente contro la moglie. Nella circostanza l’uomo, dopo aver sfondato la ...segue

 

Arrestati due spacciatori ad Aversa
Tentano la fuga a bordo di uno scooter

16.09.14 Aversa - I Carabinieri della Compagnia di Marcianise, dopo un breve inseguimento avvenuto tra i Comuni di Carinaro (CE) e Aversa, hanno arrestato, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, Capone Luigi cl.1983 e Lembo Raffaele cl.1986 entrambi del luogo. I due, a bordo di uno scooter privo di targhe, sono stati intercettati dai militari dell’Arma, ma alla vista dei carabinieri hanno pericolosamente invertito il ...segue

Resiste a scippo, finisce sotto l'auto
In gravi condizioni 23enne di Aversa

15.09.14 Aversa - Ha resistito al violento strappo della sua borsa. Trascinata e poi travolta dall'auto dei due balordi per una decina di metri, ha riportato lo spappolamento della milza e una lesione grave ad un rene. La vittima, Francesca Di Donato, 23 anni, studentessa universitaria di Sant'Antimo, barista nel week end, per pagarsi gli studi, era appena uscita da uno locali di Via Seggio, nella zona del centro storico di ...segue

 

Arrestati due giovani accoltellatori
Due giorni fa ferirono un rumeno

15.09.14 Capua - I Carabinieri della locale Compagnia, guidati dal Capitano Giovanni De Risi, unitamente a quelli della stazione di Teano (CE), guidati dal Mar. Ca. Tommaso Forziati, hanno arrestato, per concorso in tentato omicidio premeditato, Dabija Vasile Madalin, rumeno, cl. 1995, residente a Teano e Palmieri Alessandro, cl. 1995, residente a Sparanise (CE), in esecuzione decreto fermo del P.M., emesso dalla dott.ssa Antonella ...segue

 

Rinvenuto il cadavere di una donna
Di circa 50 anni e forse dell'Est Europeo

14.09.14 Caserta - Nella tarda serata di ieri in Caserta via Niccolini, all’interno di un terreno incolto, su segnalazione di privato cittadino, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno rinvenuto in un giaciglio improvvisato tra la vegetazione il cadavere di ...segue

Costringeva 2 bambine a fare sesso
Arrestata ad Aversa una donna di 27 anni

14.09.14 Aversa - La squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore Alessandro Tocco, ha eseguito questa mattina un ordine di carcerazione nei confronti di una donna di 27anni di Aversa, accusata di violenza sessuale su minori. L’ordine è stato emesso dalla procura Generale della ...segue

 

  

 


Tenta di violentarla mentre fa jogging
Arrestato un ucraino senza fissa dimora

12.09.14 Caserta - In Caserta, in corso Trieste, pieno centro cittadino, i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia, hanno arrestato Carmukob Bladimir cl. 1984, ucraino, in Italia senza fissa dimora, poiché resosi responsabile di “rapina", “lesioni” e “tentata violenza sessuale”. Nella circostanza, il malfattore, dopo aver inseguito una giovane donna del luogo, intenta a fare jogging, l’ha bloccata sottraendole gli occhiali e il telefonino cellulare e, dopo aver tentato di baciarla, l’ha scaraventata con forza ...segue

 

Promettva impiego in cambio di soldi
Arrestato un truffatore a Santa Maria C.V.

10.09.14 Santa Maria Capua Vetere - In Santa Maria Capua Vetere (CE), i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato per truffa aggravata, il pregiudicato Vassallo Nicola, cl. 1972 di Mondragone (CE). L’uomo, sulla base degli elementi emersi, a partire dal mese di marzo 2013 ha raggirato una giovane donna di Bellona (CE) approfittando dello stato di indigenza della stessa e millantando la conoscenza di terze persone, potenzialmente influenti, che avrebbero potuto farle ottenere un posto di lavoro, l’ha indotta a ...segue

 


Repressione al bracconaggio
Denunciata una persona, sequestrato un fucile

09.09.14 Caserta - Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione ed al contrasto del bracconaggio, un uomo, V.U. di anni 47, è stato denunciato per porto abusivo di fucile da caccia. In particolare, nella serata di ieri personale del Comando Provinciale di Caserta e delle Stazioni Forestali di Caserta e Marcianise, hanno scoperto in agro del comune di Villa Literno (CE), in Loc. “Quarto di Mezzo”, un soggetto intento a praticare illecitamente attività venatoria. Il predetto si trovava, in giorno di ...segue